Totti salva la Roma

Nuova frenata della Roma nella rincorsa al Napoli ed al secondo posto. L’Atalanta gioca un altro brutto scherzo alla Roma e dopo la vittoria dell’andata all’Olimpico, ferma i giallorossi sul 3-3 con una grande prova d’orgoglio, complicando fortemente la corsa della Roma all’obiettivo dell’ingresso diretto in Champions League.

Avanti 0-2, la squadra di Spalletti si è fatta sorprendere dalla grande reazione dei nerazzurri e per salvarla, quando ormai il risultato finale pareva scritto, c’è voluta una rete in extremis dell’eterno Totti, che sale così a quota 245 nella classifica di tutti i tempi dei marcatori di Serie A.

E’ un pari che alla fine scontenta sia la Roma che deve rimproverarsi una tenuta mentale ancora troppo ballerina e le tante facili occasioni sciupate da Dzeko, in giornata decisamente no, sia l’Atalanta, che per due volte ha avuto la palla per chiudere il match sul 4-2, ma l’ha mancata, fallendo così l’occasione di festeggiare anzitempo la salvezza.

Data la pioggia ed il campo pesante, Spalletti decide di schierare una Roma muscolare e piazza Rudiger a destra in difesa, inserendo in mezzo Zukanovic, conferma De Rossi, “alza” Florenzi a centrocampo al posto di Pjanic (non al meglio) e mette Dzeko al centro dell’attacco, dando un turno di riposo a El Shaarawy.

Dopo una prima metà di tempo equilibrata ed un’occasione per parte con Gomez e Perotti, la gara si accende all’improvviso: la Roma preme sull’acceleratore e realizza due reti in 4 minuti, prima con Digne al 23’, bravo a chiudere col destro una pregevole triangolazione nello stretto con Perotti e poi con Nainggolan al 27’, con un bel tiro a fil di palo su assist di Salah, al termine di un’azione di contropiede perfettamente orchestrata.

Credendo di avere il match in pugno, la formazione giallorossa, come spesso purtroppo, si siede sugli allori, consentendo così all’Atalanta di rientrare in partita: gli orobici, prima accorciano al 33’ con D’Alessandro, bravo ad anticipare Digne e Szczesny su un cross dalla sinistra di Gomez e poi pareggiano al 37′, con un perfetto stacco di testa su calcio d’angolo di Borriello, bravo ad anticipare e sovrastare Manolas .

La Roma per quanto scossa e stordita si rimbocca le maniche e torna a macinare gioco, ma a tradirla allo scadere del tempo è Dzeko, che su un centro di Florenzi, approfitta di un errore difensivo nerazzurro, salta Sportiello ma a pochi passi dalla porta spalancata, calcia incredibilmente alle stelle: gol mangiato, gol subito, l’Atalanta ringrazia ed appena al rientro dagli spogliatoi, passa in vantaggio con il tarantolato Borriello, abile ad ad infilare l’angolino su un cross dalla sinistra del “Papu” Gomez, complice anche uno spaesato Zukanovic.

Spalletti corre ai ripari ed ordina il 4-2-3-1, inserendo El Shaarawy al posto di Zukanovic , ma la Roma, se si eccettuano un paio di conclusioni da lontano di Emerson (subentrato all’infortunato Digne) e Perotti, non è andata oltre, mostrandosi in evidente confusione: l’Atalanta capisce che è il momento buono per sferrare il colpo di grazia, ma in contropiede manca per due volte il colpo del ko, sempre con Borriello, smarcato per due volte in area da un ispiratissimo Gomez.

Ormai a pochi minuti dalla fine e sotto di un gol, il tecnico giallorosso si gioca la carta della disperazione inserendo Totti ed il capitano, subito dopo una traversa in mischia di Nainggolan, all’86’, toglie le castagne dal fuoco al tecnico di Certaldo, spedendo alle spalle di Sportiello un gran destro dal limite su assist di Florenzi.

Mercoledì, nel turno infrasettimanale, la Roma ospiterà il Torino prima dello scontro diretto col Napoli di lunedì 25 aprile prossimo: con cinque lunghezze da recuperare alla squadra di Sarri e soli quattro punti di vantaggio sull’Inter di Mancini, vittoriosa proprio sui partenopei nell’anticipo di sabato sera, per la squadra di Spalletti, al momento, è importante guardarsi le spalle e tenere saldo il terzo posto.

IL TABELLINO

Atalanta: Sportiello, Masiello, Toloi, Paletta, Dramé, Migliaccio, Freuler, D’Alessandro (74′ Raimondi), Kurtic, Gomez (90′ Brivio), Borriello (84′ Pinilla).

Roma: Szczesny, Rudiger, Manolas, Zukanovic (53′ El Shaarawy), Digne (34′ Emerson), Florenzi, De Rossi (77′ Totti), Nainggolan, Perotti, Dzeko, Salah.

Arbitro: Irrati di Firenze.

Reti: 23′ Digne, 27′ Nainggolan, 33′ D’Alessandro, 37′ Borriello, 50′ Borriello, 85′ Totti.

Angoli: 7-6 per l’Atalanta.

Ammoniti: Zukanovic, Masiello, De Rossi, Raimondi, Dzeko, Kurtic, Manolas, Borriello.

Spettatori: 15.000 circa.