Slovan Bratislava – Roma 1 a 0

Inizia con una sconfitta per 1 a 0 il cammino della Roma in Europa League. I giallorossi di Luis Enrique escono a testa bassa dallo stadio di Bratislava dove per quasi 60 minuti hanno realizzato un possesso palla che sfiora il 70% ma non sono riusciti a segnare nemmeno una rete. 
Stupisce l’11 iniziale messo in campo dal tecnico spagnolo, con solo 3 titolari e tante novità, addirittura 2 giocatori della primavera. Ma il primo tempo è gradevole, con la Roma che è padrona del campo, ha tante buone idee ma non finalizza anche se con Caprari ed Okaka va vicinissima al gol in almeno 5 occasioni (incredibile l’errore al 30′ ). Stupisce Caprari anche se manca di freddezza, Cassetti reinventato centrale (ma sarà il migliore della partita), Viviani ottimo regista di gioco… tutto questo però nel secondo tempo sparisce per colpa di un evidente calo fisico che trasforma il gioco della Roma da bello e frizzante a immobile e senza idee. 
Al 20′ del secondo tempo entra Perrotta e il dinamismo sale, Caprari dopo soli tre minuti colpisce un palo al termine di una bella azione. Vengono inseriti nella mischia nel finale anche Totti e Borriello al posto di Caprari e Okaka ma il gol non arriva, almeno non quello giallorosso. All’80’ sugli sviluppi di un corner, Dobrotka salta più in alto di tutti e di testa beffa Stekelemburg che non era prontissimo (difatti la palla gli passa sotto il braccio) ma a sua discolpa c’è da dire che nessuno marcava il giocatore e la distanza era molto ravvicinata. 
Quindi nuova stagione ma stesso epilogo della precedente, una Roma che crea gioco, tiene palla, ha idee ma non finalizza e viene colpita nelle sue disattenzioni difensive. Il calcio d’agosto si sa è strano, ma fra una decina di giorni sarà campionato e la forma fisica è apparsa un pochino arretrata. Intanto il 25 agosto ci sarà il ritorno a Roma nello stadio Olimpico, servirà una prestazione convincente per non dover abbandonare l’Europa League già ai preliminari.