Il Sistina si trasforma in tribunale: va in scena ”Processo a Pinocchio”!

Prendi uno dei templi italiani della commedia musicale, immagina una scenografia composta solo da sei pouf, sei come i personaggi di questa commedia e, aggiungici che le musiche sono tutte suonate rigorosamente dal vivo; quello che ottieni è “Processo a Pinocchio”, una psico commedia noir musicale scritta e diretta da Andrea Palotto.
Vincitore del premio “Migliore Musiche Originali”, grazie al genio creativo di Marco Spatuzzi, ricevuto durante gli “Oscar Italiani del Musical” lo scorso 21 settembre, “Processo a Pinocchio” torna in scena nella suggestiva cornice del Teatro Sistina, Lunedì 16 Novembre alle ore 21:00.
In una versione completamente rivisitata rispetto alla celebre fiaba di Collodi, questa irreverente commedia ci viene raccontata da sei Artisti eccezionali: Cristian Ruiz (nel ruolo di Pino), Luca Giacomelli Ferrarini (nel ruolo di Salvatore Grillo), Valentina Arena (nel ruolo di Fiammetta), Brian Boccuni (nel ruolo di Lucio), Debora Boccuni (nel ruolo di Tina) ed Elena Nieri (nel ruolo di Annamara).
A completare la scena, infine, un terzetto di musicisti dal talento indubbio: il Maestro Federico Zylka (pianoforte), affiancato da Andrea Scordia (basso) e Tiziano Cofanelli (batteria).
“Chi ha ucciso con un colpo di martello il povero Salvatore Grillo di professione psicoterapeuta? Pino, accanto al corpo della vittima con in mano l’arma del delitto sembrerebbe la risposta più ovvia.
Ma il presunto colpevole, che non tiene a freno le sue bugie, ha UNA moglie che non tiene a freno la sua lingua, UNA amante che non tiene a freno le sue voglie, UN amante che non tiene a freno i suoi vizi e UNA mamma invadente che non tiene a freno la sua pazienza.
Tutti presenti al momento del delitto, tutti convinti della sua colpevolezza. Tutti e nessuno.
E allora non resta che ripercorrere eventi e situazioni, attraverso un percorso psicanalitico di gruppo condotto dalla vittima stessa, unica depositaria di una verità che non può rivelare per “segreto professionale”.
Sarà lui a guidare il protagonista dentro e fuori dal tunnel della realtà per cercare, fra le sue psicosi, un movente che potrebbe dare un senso ai fatti e condurre la compagine verso un sempre rassicurante lieto fine.
Perché in fondo ogni favola inizia con un “C’era una volta” e finisce con un “E vissero tutti felici e contenti”…… O no?!”
“Processo a Pinocchio” rappresenta uno degli spettacoli teatrali italiani più innovativi degli ultimi tempi e vale davvero la pena di essere visto.
Vedere questo spettacolo, vuol dire entrare in un vortice di emozioni così contrastanti tra loro, da lasciare lo spettatore con il fiato sospeso fino alla fine.
Si ride, si piange, ci si commuove, si riflette perché le tematiche toccate sono molto delicate, s’impara ancor di più a conoscere Artisti dal talento sopraffino, ma soprattutto, si cerca di capire fin da subito chi è il colpevole perché, infondo, “La verità nasce sempre da una bugia”!
Per tutti coloro che non potranno essere al Sistina, ma che sono interessati a vedere questo spettacolo, vi segnaliamo i prossimi appuntamenti:
• Giovedì 14 Gennaio ore 21, Teatro Castellani, Azzate (VA).
• Venerdì 15 Gennaio ore 21, teatro Rosmini, Borgomanero (NO).