Roma, tutto facile

LA ROMA APPROFITTA DELL’IMMEDIATA SUPERIORITA’ NUMERICA E PASSEGGIA SULLA SPAL: OTTIME PRESTAZIONI DI DZEKO, STROOTMAN, PELLEGRINI ED EL SHAARAWY

Poco più che un allenamento in vista della gara col Qarabag per la Roma, che asfalta la SPAL e si rimette in marcia dopo lo stop patito a Marassi contro il Genoa: ottimo, come sempre, il turn-over operato da mister Di Francesco, che tiene a riposo il Ninja, Fazio e Perotti (vittima peraltro per di un brutto incidente d’auto, da cui per fortuna ne è uscito illeso) in vista della decisiva gara di Champions di martedì prossimo.

Al di là della prestazione convincente e dell’avversario di un categoria inferiore, c’è da dire che per la Roma la gara si è messa subito in discesa, grazie all’espulsione comminata a Felipe dopo nemmeno un quarto d’ora, per un fallo su Dzeko che l’arbitro aveva sanzionato con un fallo da limite più ammonizione per il difensore biancoceleste, ma richiamato dal giudice di VAR, ha rivisto e corretto la sua decisione, forse eccessiva, in fallo da ultimo uomo, con la conseguente espulsione del giocatore della SPAL: da segnalare, il primo gol di Pellegrini in maglia giallorossa ed il ritorno al gol di Dzeko e Strootman, finalmente protagonista di una gara convincente, oltre che all’ennesima ottima prestazione del Faraone, autore dell’assist per i primi due gol giallorossi.

 

LA CRONACA DELLA GARA

L’episodio chiave è l’espulsione di Felipe dopo neanche 15’: in superiorità numerica, fioccano le occasioni per i giallorossi, tra Ünder, El Shaarawy e Dzeko, che torna al gol due mesi esatti dopo la rete al Milan, al minuto 19’, quando El Shaarawy lo pesca con un assist al bacio in area ed il Bosniaco stoppa al volo ed incrocia di sinistro dall’angolo dell’area piccola.

Sempre Dzeko, sfiora subito il bis di testa e anche Manolas stacca in area, ma sul Greco, Gomis si supera di riflesso.

Match complicato per l’estremo difensore Ferrarese, che blocca i polsi anche su un destro di potenza di Pellegrini: è il preludio al raddoppio, assist di tacco di El Shaarawy sporcato da Lazzari e gol di Kevin Strootman, che tira giù la rete dal limite dell’area piccola.

Lo stesso Dzeko spreca il tris contro Gomis in uscita disperata al limite.

La ripresa non cambia copione, perché il Bosniaco calcia da ogni zolla e poi Lorenzo Pellegrini mette la partita in ghiaccio, staccando di testa sul solito cross perfetto di Kolarov: primo gol stagionale per il giovane centrocampista.

Sbaglia invece Manolas, che chiude scomposto sull’inserimento di Mora ed è rigore per la SPAL: lo calcia due volte Viviani ed al secondo tentativo, scucchiaiato, Alisson devia sulla traversa, ma l’ex della partita segna di respinta, dopo il liscio di Pellegrini.

Nell’ultima mezzora, Di Francesco fa turnover e le ultime chance sono per Kolarov ed El Shaarawy, la catena di sinistra che domina un altro match all’Olimpico, oltre a una punizione di potenza di Pellegrini e una maldestra spaccata di Gerson che, invece, nega il gol a Schick.

 

IL TABELLINO

Roma: Alisson, Florenzi, Manolas, Juan Jesus, Kolarov (75’ Emerson), Pellegrini, Gonalons (61’ Gerson), Strootman, Under (64’ Schick), Dzeko, El Shaarawy.

SPAL: Gomis, Cremonesi, Vicari, Felipe, Lazzari, Grassi (70’ Schiavon), Viviani, Rizzo, Mattiello, Bonazzoli (20’ Mora), Paloschi (78’ Borriello).

Arbitro: Rosario Abisso di Palermo.

Reti: 19’ Dzeko, 32’ Strootman, 53’ Pellegrini, 56’ Viviani.

Ammoniti: Gonalons, Grassi, Schiavon.

Espulsi: Felipe.