Passa la piena del Tevere

Attesa con molta preoccupazione, è passata oggi nel pomeriggio la piena del Tevere in città. Molti i curiosi appostati sui ponti a fare fotografie, spettacolo insolito per i tanti turisti che visitano la capitale, tutti comunque hanno scattato almeno una foto al biondo tevere particolarmente carico di acqua e detriti.
L’isola tiberina è stata lambita dalla piena come si può vedere dalle foto, mancava poco più di un metro e mezzo per l’esondazione dall’argine dal lato dell’ospedale Fatebenefratelli. Medici di “guardia” ma fortunatamente non è successo niente e la situazione andrà normalizzandosi nei prossimi giorni.
Le cose non sono andate così bene a Roma Nord però dove i sottopassi sono stati sommersi dall’acqua (soprattutto fognaria) e dove i vigili urbani sono stati costretti a numerose chiusure, da Via Flaminia a via Salaria, compresa via dei prati fiscali. Chiusa la stazione della Roma – Viterbo “La Celsa”, la zona di Saxa Rubra conta i danni per i capannoni vicino all’argine del tevere che sono stati raggiunti dall’acqua. Non è stata una giornata facile per la capitale contando anche la chiusura del centro storico per i cortei e le manifestazioni, e tutti gli scontri che ne sono derivati con feriti fra le file dei manifestanti e delle forze dell’ordine.