Magico Ninja!

La banda Spalletti vince 0-1 al Friuli grazie all’ennesima perla stagionale del Ninja e si portano a -1 dalla Juve uscita sconfitta dalla super sfida del Franchi contro la Fiorentina: la Roma avrebbe potuto legittimare la vittoria con un risultato più ampio, ma Dzeko prima spreca la grande occasione di un rigore concesso per fallo di mano di Faraoni mandando il pallone alle stelle e poi non riesce ad essere concreto in almeno altre tre occasioni.

Spalletti però può sorridere lo stesso, malgrado la giornata no del suo bomber, la Roma trova altri tre punti fondamentali nella rincorsa alla Juve e contro una buona Udinese, inanella la seconda vittoria consecutiva su due trasferte in questo scorcio iniziale di 2017.

Ciò che si conferma evidente dopo la trasferta in Friuli, è la solidità della squadra di Spalletti, che ha regolarmente ottenuto il bottino pieno contro squadre meno attrezzate, dimostrando cinismo e concretezza (due vittorie consecutive in trasferta, ottenute con il minimo scarto) basandosi sulle ottime prestazioni di Szczesny, di tutto il reparto difensivo e anche dei centrocampisti, con Strootman e Nainggolan sopra gli scudi.

La cronaca della partita vede la Roma pericolosa subito in avvio con un lancio di Strootman che smarca Dzeko in area, ma il Bosniaco opta per il tocco morbido anziché per la potenza e spedisce alto sopra la traversa.

Poco dopo, Nainggolan arpiona il pallone e lo serve a El Shaarawy, il cui tiro viene respinto da Karnezis.

Al 12’ ed al terzo tentativo la Roma passa: nuova palla morbida di Strootman che pesca Nainggolan in area, destro al volo e gol, 0-1.

Galvanizzata dal vantaggio, la Roma continua a spingere e prima Dzeko scaraventa a lato un sinistro da fuori, quindi El Shaarawy trova il tocco di Faraoni in area con la mano e la gamba: per Damato è rigore, Dzeko si incarica della battuta, ma calcia malamente in curva.

L’Udinese si trasforma e Szczesny compie un doppio miracolo, prima sul colpo di testa di Felipe e poi sul tiro di De Paul.

L’argentino impegna di nuovo il portiere polacco e nel finale mette due palloni in area dalla destra solo da spingere in rete, ma prima Thereau svirgola e poi un opaco Zapata manca l’appuntamento con il pallone.

Inizia la ripresa e si rivede Totti che entra al 63′ al posto del Faraone: l’ingresso del Capitano ridà subito vivacità alla manovra giallorossa, grazie ad una pennellata che manda in porta Nainggolan, il quale non intercetta la sfera per pochissimo.

Dzeko sbaglia di testa un altro gol fatto e poi deve anche fare i conti con Karnezis, abile a chiudergli lo spazio al termine di una cavalcata sulla sinistra su imbeccata di Strootman.

Thereau, servito da De Paul, regala l’ultimo brivido, ma ci pensa Szczesny a blindare lo 0-1.

IL TABELLINO

Udinese: Karnezis, Faraoni, Danilo, Felipe, Samir, Fofana, Kums (74’ Ewandro), Jankto (52’ Perica), De Paul, Zapata (69’ Hallfredsson), Thereau.

Roma: Szczesny, Manolas, Fazio, Juan Jesus, Peres, Paredes, Strootman, Emerson, Nainggolan, El Shaarawy (63’ Totti), Dzeko.

Arbitro: Antonio Damato di Barletta.

Reti: 12′ Nainggolan.

Ammoniti: Juan Jesus, Felipe, Fofana.