La Roma si mangia il Crotone

La Roma sbanca allo Scida nell’anticipo dell’ora di pranzo, grazie alle reti di Nainggolan sul finire di primo tempo e Džeko nella ripresa, poco prima del dessert.

Il passivo per gli uomini di Nicola poteva essere anche più severo, se Dzeko avesse realizzato il rigore, concesso forse un po’ generosamente dall’arbitro Russo, in apertura di primo tempo: è il secondo errore consecutivo dal dischetto per Džeko nel campionato in corso, dopo il missile sparato in cielo ad Udine e pare che, voci di corridoio, dopo questo nuovo errore, il bomber Bosniaco abbia dichiarato di non voler più tirare dagli 11 metri.

Nel finale spazio per Mário Rui, che finalmente debutta anche in campionato.

Era importante vincere e la Roma lo ha fatto, ritrovando così la seconda posizione solitaria e distaccando di nuovo il Napoli al terzo posto, con due lunghezze di vantaggio sui Partenopei, in questa accesissima lotta per il secondo posto.

Ottima la prova del Ninja, che con il suo sesto centro stagionale, eguaglia il suo record personale di reti segnate in una singola stagione (quella scorsa) e mette a tacere tutte le polemiche per le sue dichiarazioni anti Juventus: una gara vinta non senza difficoltà, ma che regala la giusta iniezione di fiducia in vista della gara di giovedì sera contro il Villareal, incontro valido per l’andata dei sedicesimi di finale di Europa League.

La cronaca: partita difficile da sbloccare per la Roma che si trova davanti un Crotone compatto, sempre pronto a raddoppiare la marcatura sui terminali offensivi giallorossi ed infatti la prima occasione è proprio per i Calabresi, con una conclusione di Tonev che però non impensierisce più di tanto Szczesny.

Al 16′ arriva la prima grande chance per la squadra di Spalletti, grazie ad un rigore conquistato da Salah per presunto fallo di Ferrari: in assenza di Perotti, è Džeko a presentarsi dal dischetto, ma il tiro del Bosniaco finisce a lato.

Ci riprova Salah, questa volta di testa, su cross di Emerson Palmieri, ma la sua conclusione finisce alta di pochissimo.

Sembra un primo tempo destinato allo 0-0, con una Roma che sembra solo la brutta copia di quella apprezzata martedì sera contro la Fiorentina, ma ci pensa Nainggolan al 40′ a togliere le castagne dal fuoco a Spalletti, quando dopo un triangolo con Salah ed al termine di un’azione insistita, supera Cordaz con un preciso destro in diagonale.

Inizia la ripresa e la Roma ha fisso un solo obiettivo, quello del raddoppio, ma prima, in avvio, c’è la traversa di Džeko sulla deviazione di Ferrari e poi il palo di Fazio su incornata da calcio d’angolo, su cui Džeko non riesce ad arrivare in tap-in.

Ci prova anche il Crotone, ma prima viene giustamente annullato un gol a Falcinelli per fuorigioco e poi Szczesny risponde presente sulla conclusione di Acosty.

Nicola crede nel pareggio ed inserisce una punta in più, con Trotta che entra al posto di Dussenne, ma un minuto più tardi arriva il raddoppio della Roma con Džeko che, lasciato colpevolmente solo dalla difesa rossoblù, non può sbagliare a porta vuota su assist di Salah, chiudendo definitivamente i giochi.

IL TABELLINO

Crotone: Cordaz, Ceccherini, Dussenne (76′ Trotta), G.Ferrari, Mesbah (55′ Sampirisi), A.Rosi, Crisetig, Capezzi, Acosty, Tonev (81′ Nalini), Falcinelli.

Roma: Szczesny, Manolas, Fazio, Rüdiger, Bruno Peres (88′ Mário Rui), L.Paredes, Strootman, Emerson Palmieri, Salah (80′ D.De Rossi), Nainggolan (90+1 Diego Perotti), Džeko.

Marcatori: 40′ Nainggolan, 77′ Džeko.

Arbitro: Carmine Russo, della Sezione di Nola.

Nota: Nessun ammonito e nessun espulso.