Dominio Giallorosso

LA ROMA INCASSA LA TERZA VITTORIA DI FILA GRAZIE AL SESTO GOL DI DZEKO ED ALLA PRIMA DOPPIETTA DEL FARAONE, AL TERMINE DI UNA PRESTAZIONE PIU’ CHE CONVINCENTE

La Roma avanza di vittoria in vittoria ed inanella il terzo successo consecutivo in campionato, che chiude i conti già prima dell’intervallo: Dzeko apre le danze, poi arriva la doppietta del Faraone.

Nel finale ci sarebbe gloria pure per Perotti, che però, dopo essersi guadagnato un calcio di rigore, manda la palla a sbattere contro il palo, interrompendo così una striscia positiva di dieci tiri dal dischetto: gol mangiato e gol subito, allo scadere, Larsen segna il gol della bandiera.

Una vittoria che lancia ottimi segnali in vista della gara di mercoledì prossimo in casa del Qarabag, valida per la seconda giornata di Champions League e che ammette poche discussioni, se non l’analisi sull’amnesia finale che ha consentito a Larsen di involarsi tutto solo e di segnare indisturbato il gol del 3-1, ma visto l’andamento della gara e più in generale dello scorcio di stagione, ogni polemica in tal senso sarebbe superflua ed un calo di concentrazione al 91’ e sul 3-0, ci può stare tutto.

LA CRONACA DELLA GARA

L’Udinese parte forte e dopo appena venti secondi confeziona la prima azione pericolosa della partita, che però sarà anche la sola di tutto il primo tempo per gli uomini di Del Neri: Jankto avanza palla al piede e lascia partire un fendente da poco fuori area, che costringe Alisson al grande intervento in corner.

Ma come detto, non è che un lampo, perché i bianconeri si spengono quasi subito e lasciano campo alla Roma, che trova il vantaggio al 12′: Nainggolan resiste a un contrasto e da terra serve Dzeko, che davanti a Bizzarri non perdona col sinistro.

Il duello tra il bomber Bosniaco ed il portiere Argentino si ripete altre tre volte nel successivo quarto d’ora, ma l’estremo difensore dell’Udinese riesce sempre a tenere in partita i suoi: un dominio giallorosso, che al netto di un pericolo portato da maxi Lopez sul quale Allison si fa trovare pronto, trova il suggello alla mezz’ora con il 2-0 di El Shaarawy, furbo nel deviare con l’esterno un centro teso del solito Dzeko, al termine di un’azione orchestrata palla a terra, degna del miglior Barcellona.

A pochi secondi dall’intervallo la Roma cala anche il tris: contropiede sull’asse El Shaarawy-Perotti, Larsen si impappina nel retropassaggio per Bizzarri ed il Faraone è impietoso nel firmare la propria doppietta, la prima di questo campionato.

Inizia la ripresa ma non cambia il copione della gara: Dzeko prosegue il bombardamento contro Bizzarri, ma qualcosina di più da parte dell’Udinese si vede: prima Larsen non trova la porta per pochi centimetri e poi Alisson deve uscire precipitosamente sui piedi di Maxi Lopez.

La Roma, in fase leggermente calante, si limita ad amministrare la gara e l’Udinese trova coraggio, facendo sì che l’estremo difensore Brasiliano sia ancora protagonista: ottimo il suo riflesso sul neo entrato Bajic con deviazione provvidenziale in angolo, sul cui sviluppo, Nuytinck salta benissimo, incocciando il pallone contro la traversa.

I bianconeri meriterebbero la rete della bandiera, ma soffrono le ripartenze giallorosse negli spazi aperti: Defrel, subentrato a Dzeko, viene liberato da El Shaarawy davanti a Bizzarri che però gli sbarra la strada.

Nel finale accade un po’ di tutto: prima Perotti si guadagna un penalty e nel tentativo di trasformarlo, manda il pallone a stamparsi sul palo alla destra di Bizzarri e poi, gol fallito gol subìto, l’Udinese trova il meritato gol della bandiera, con un lancio a sorpresa di Nuytinck dalle retrovie per Larsen, che si trova una prateria davanti a sé ed a tu per tu con Alisson non sbaglia.

IL TABELLINO

Roma: Alisson, Florenzi (78′ Bruno Peres), Manolas, Fazio, Kolarov (74′ Moreno), Strootman, De Rossi, Nainggolan, Perotti, Dzeko (71′ Defrel), El Shaarawy.

Udinese: Bizzarri, Larsen, Angella, Nuytinck, Samir, De Paul (70′ Bajic), Behrami, Barak (52′ Fofana), Jankto, Maxi Lopez, Lasagna (46′ Pezzella).

Arbitro: Davide Massa di Imperia.

Reti: 12′ Dzeko, 30′ e 45′ El Shaarawy, 91′ Larsen.

Ammoniti: Maxi Lopez.