Disagi sulla Roma-Lido

Dal sito Atac, la notizia completa. 

I continui furti di rame sulla ferrovia Roma-Lido rendono sempre più difficoltoso l’esercizio della linea da parte di Atac spa.
Stamane, intorno alle 7.20, un treno è rimasto bloccato per circa venti minuti a causa di un guasto a un deviatoio. Il disservizio è una delle conseguenza dell’impennata dei casi di furti notturni di rame lungo la linea.
Solo nell’ultima settimana sono stati registrati tre casi, il 10, il 12 e il 14 settembre, cinque dall’inizio del mese. Complessivamente dal mese di giugno Atac ha subìto 15 furti di rame lungo la Roma-Lido, tutti regolarmente denunciati alle forze dell’ordine, per un danno economico di diverse decine di migliaia di euro oltre a quello, difficilmente quantificabile, derivante dai disservizi.
Nell’ultimo episodio di furto del 14 settembre è stato danneggiato anche il cavo che alimenta il sistema di telecomando e telecontrollo, con la conseguenza che il servizio è stato soggetto a varie perturbazioni. L’innalzamento del livello di sicurezza delle condizioni di marcia dei treni – automatico ogni volta che vengono tagliati o danneggiati i cavi di alimentazione – provoca difatti pesanti ripercussioni sulla normale regolarità del servizio.
Ci scusiamo con i passeggeri che hanno subito disagi per ragioni indipendenti dalla nostra responsabilità. L’azienda si è attivata ogni volta con sollecitudine per ripristinare la funzionalità della linea, ma è evidente che le ripetute sollecitazione ai sistemi di sicurezza, provocate appunto dai furti, hanno innalzato le criticità di esercizio, come dimostra il guasto odierno al deviatoio.
Se l’ondata di furti non dovesse cessare Atac avrà difficoltà a garantire la piena regolarità del servizio che, malgrado tutto, rimane in media del 98,76% su base annua, con ritardi superiori a dieci minuti nell’ordine dell1,37% del totale delle corse effettuate.