Muoversi a Roma

Muoversi à Roma è molto semplice. Ci sono autobus, metro, treni, filobus e tram. Poi ci sono anche i taxi e le auto private. Il sistema di trasporto integrato di Roma funziona molto bene, anche se i disagi ci sono come in tutte le altre città (autobus pieni, corse saltate, traffico…), ma alla fine ci sono fermate di autobus ad ogni angolo, con il biglietto da 1,50 euro in 90 inuti si può prendere un autobus, un tram, un treno ed un filobus tutte le volte che volete (entro i 90 minuti) e fare un solo viaggio in metro.

I Taxi sono ovunque, e se proprio non ne trovate uno, chiamate una delle cooperative della capitale. Generalmente sono un pò più costosi rispetto ad altre città estere (ma nella media per l’Italia), occhio alle fregature (tragitti da e per l’aeroporto) ed occhio anche a che taxi prendete: quelli autorizzati e “veri” sono bianchi, con la scritta taxi sul tetto, il numero di licenza e se presente, l’adesivo della cooperativa. Ci sono poi i noleggi con conducente (che non sono taxi) ed i tassisti abusivi.

Muoversi in macchina è molto semplice, un buon navigatore è sufficiente (ma anche uno stradario cartaceo va bene…. tanto visto il traffico avrete sicuramente il tempo di sfogliarlo). Il traffico è onnipresente, ad ogni ora del giorno e segue regole tutte sue, nel senso che se un giorno alle 9 trovate traffico in un punto, il giorno dopo alla stessa ora ed allo stesso posto potrebbe non esserci anima viva. Il raccordo anulare è perennemente bloccato (e vi giuro, è la verità) da settembre a luglio sempre negli stessi punti:
– Corsia esterna da via del mare/pontina fino alla Roma Napoli
– Corsia interna da Bufalotta a Tuscolana.
Tutti i santi giorni, negli stessi punti, da settembre a luglio ad eccezione di agosto, del sabato (non sempre) e ad eccezione degli orari 12:00 – 14:00 (perchè si mangia… ma c’è comunque traffico).