Atac studia la nuova mobilità

Da pochi giorni è apparso sul sito dello S.T.A.T.U.S. (Scenari Trasportistici e Ambientali per un Trasporto Urbano Sostenibile) un piano di trasporto urbano allo studio da Atac, Comune di Roma Capitale e Regione Lazio che mostrerebbe importanti novità, soprattutto sulla rete tranviaria. Come si può vedere dall’immagine, si sta studiando la possibilità di introdurre ben 6 nuove linee di tram, nuove fermate sulle Ferrovie regionali, nuovi corridoi della mobilità per gli autobus ed il prolungamento di alcune linee di Metropolitana.

C’è da dire che questo scenario è stato denominato “A medio termine”, quindi si tratta di progetti attuabili da qui a 10-15 anni, ma la loro realizzazione abbatterebbe in maniera importante il traffico nella nostra città aumentando la portata oraria di viaggiatori e riducendo i tempi di percorrenza fra i quadranti dei vari municipi. Vediamo nello specifico cosa viene studiato in questo documento.

Metropolitana:
Prolungamento della linea B fino a Casal Monastero con l’istituzione della fermata Torraccio/San Basilio
Ultimazione del capolinea della B1 a Jonio
Realizzazione di corsia preferenziale fra Battistini e Torrevecchia
Corridoio della mobilità fra Ottaviano e Laurentina (su attuale percorso del 31)
Realizzazione di 6 nuove linee di Tram
Prolungamento lavori linea C con la realizzazione del tratto Centocelle – Ottaviano
Nuove stazioni a Massimina (FL5), Pigneto (fra Tuscolana e Ostiense), Selinunte, Statuario e Divino Amore sulla FL7 e FL8, diramazione per Vigna Clara da Valle Aurelia.

Le novità sono tantissime e se davvero si riuscisse ad attuarle tutte, la previsione di ATAC è di incrementare l’efficenza del servizio del 64% e l’utilizzo del mezzi pubblici di più del 34%, conseguentemente la mobilità privata scenderebbe del 46%. Il documento completo è disponibile qui, mentre la pagina ufficiale si trova qui http://www.agenziamobilita.roma.it/it/progetti/studi-indagini/status.html